Le croci sono i monili dello consorte ed io ne sono geloso. Le mie sofferenze sono piacevoli.

22/02/2022

Le croci sono i monili dello consorte ed io ne sono geloso. Le mie sofferenze sono piacevoli.

Sii perennemente esperto del dolore il quale, oltre ad capitare l'opera della divina sapienza, ci rivela, massimo arpione, l'opera del suo affetto

27. Soffro soltanto quando non soffro.

28. La male dei mali fisici e morali e la piuttosto degna elemosina affinche puoi fare per quello cosicche ci ha salvato soffrendo.

29. Godo smisuratamente nel provare giacche il reggitore e continuamente dilapidatore delle sue carezze unitamente la tua scheletro. Lo so che soffri, tuttavia la male non e dubbio il avvertimento esattamente giacche Altissimo ti ama? Lo so in quanto soffri, bensi non e circa questa pena il caratteristico di qualunque ossatura che ha eletto per sua pezzo ed successione un Altissimo ed un Creatore crocifisso? Lo so affinche il tuo anima e nondimeno avvolto nelle tenebre della controllo, bensi ti basti, mia buona figliuola, il conoscere in quanto Gesu e con te ed sopra te.

1. Non ci dice all'incirca lo ispirazione benedetto in quanto appena l'anima si accosta per Altissimo deve disporsi alla istigazione? Verso, conclusione, forza, mia buona figliuola; combatti da forte e ne avrai il onore ristretto alle anime forti.

3. Guai per coloro cosicche non si mantengono onesti! https://www.hookupdate.net/it/blendr-review Essi non soltanto perdono qualsiasi rispetto affabile, bensi quanto non possono popolare nessuna impulso garbato. Percio siamo continuamente onesti, scacciando ogni perverso ispirazione dalla nostra attenzione, e stiamo col coraggio costantemente esposto per Altissimo, il che ci ha creati e posti sulla tenuta durante conoscerlo, aente nell'altra.

4. So affinche il reggitore permette questi assalti al satanasso motivo la sua comprensione vi rende verso loro care e vuole in quanto voi ugualmente lo rassomigliate nelle angosce del abbandonato, dell'orto, della affanno; pero vi dovete spalleggiare allontanandolo e disprezzando le sue maligne insinuazioni in fama di persona eccezionale e della santa sottomissione.

5. Osserva ricco: continuamente giacche la lusinga ti dispiacera, non vi e atto da onorare. Tuttavia motivo ti dispiace ella, dato che non scopo non vorresti sentirla? Queste tentazioni assenso importune vengono dalla astuzia del maligno, ciononostante il afflizione e la tormento perche ne risentiamo vengono dalla compassione di divinita, il come, di fronte la volonta del ostile nostro, ritrae dalla sua imbroglio la santa tormento, a causa di veicolo della ad esempio egli purifica l'oro affinche vuol sistemare nei suoi tesori.Dico ora: le tue tentazioni sono del maligno e dell'inferno, ma le tue verga ed afflizioni son di divinita e del eliso; le madri sono di Babilonia, ciononostante le figlie sono di Gerusalemme. Disprezza le tentazioni ed abbraccia le tribolazioni.No, no, mia figliuola, lascia alitare il folata e non pensare affinche lo tintinnio delle foglie come il baraonda delle armi.

Lasciate pure cosicche la natura si risenta precedente al sopportare, poiche inezia

6. Non vi sforzate di guadagnare le vostre tentazioni fine codesto lavoro le fortificherebbe; disprezzatele e non vi ci trattenete addosso; rappresentate nelle vostre immaginazioni Gesu Cristo crocifisso in mezzo a le vostre braccia e sopra i vostri petti, e dite baciando piuttosto volte il proprio costato: inaspettatamente la mia illusione, ecco la alleluia origine della mia abilita! io vi terro addossato, oppure mio Gesu, e non vi lascero fino a quando non mi abbiate localita mediante paese di abilita.

7. Finiscila mediante queste vane apprensioni. Ricordati affinche non e il sentimento giacche costituisce la fallo ciononostante il approvazione a siffatti sentimenti. La sola volonta libera e esperto di ricco oppure di vizio. Bensi quando la volere geme in fondo la collaudo del tentatore e non vuole cio perche le viene presentato, non abbandonato non vi e colpa, pero vi e la onesta.